HOME CHI SIAMO VANTAGGI OFFERTE SPECIALI DOVE PRENOTARE CONDIZIONI DI VENDITA CONTATTI AREA RISERVATA AGENZIE  


Portogallo

PORTOGALLO


SFOGLIA IL CATALOGO 2014 - 2015


PASQUA E PONTI

Il Portogallo, paese più occidentale d’Europa, si estende su una superficie non più grande dell’Italia settentrionale, ma con ben 850 chilometri di coste estremamente variegate tra dune di sabbia, scogliere a picco, promontori e lunghe spiagge. Anche l’interno prevalentemente montuoso, offre comunque un paesaggio estremamente vario, con un alternarsi di vallate, colline e pianure. Importanti corsi d’acqua come il Tejo (o Tago) ed il Douro hanno permesso lo sviluppo di centri commerciali quali, rispettivamente, Lisbona e Oporto. Nonostante le sue modeste dimensioni, la nazione portoghese è di origini antichissime. Civilizzata prima dai Celti, poi dai Fenici, dai Romani e dai Mori, questa terra vede nascere nel 1143 il Regno del Portogallo. Il suo isolamento geografico causato dalle catene montuose, ne fanno subito un regno proiettato verso l’Oceano. Da ostacolo, il mare diventa presto incredibile motore di sviluppo e consente, a partire dal 1400, grandi scoperte, che portano il Portogallo ad essere in meno di cento anni uno dei regni più potenti d’Europa, e Lisbona una delle città più floride del mondo occidentale. Ma la concorrenza degli altri paesi europei fa affievolire l’egemonia portoghese, e fa vivere il paese un alternarsi di periodi floridi a stagioni difficili. All’inizio di questo secolo, l’affermarsi della dittatura fa da prologo ad intense crisi sociali ed economiche, che culminano con la progressiva perdita delle residue colonie d’oltremare. L’aggravarsi della situazione culmina nel 1974 con l’incruenta “rivoluzione dei garofani”, con la quale, finalmente, anche il Portogallo accoglie metodi democratici e un sistema parlamentare. Della lunga storia portoghese ne sono oggi testimonianze gli importanti monumenti sparsi per tutto il paese, da grandi città come Lisbona e Oporto, a piccoli centri come Tomar, sede dei templari, Coimbra, con la sua università, od ancora Guimaraes, Braga e tantissimi altri che rendono un viaggio in Portogallo una continua scoperta.

DOCUMENTI In seguito al trattato di Schengen, per i cittadini italiani, non è più richiesto alcun documento per entrare in Portogallo. Per le operazioni di imbarco è però necessario essere in possesso di un valido documento di identità.

LINGUA La lingua ufficiale è il portoghese. Francese, inglese e spagnolo sono le lingue più diffuse.

VALUTA L’unità monetaria è l’Euro.

FUSO ORARIO Il Portogallo continentale e Madeira si trovano un’ora indietro rispetto all’Italia, le isole Azzorre due ore in meno rispetto all’Italia.

ELETTRICITÀ Corrente alternata a 220 volts.

TELECOMUNICAZIONI Sono disponibili tre diverse reti mobili che garantiscono una copertura ottimale su tutto il territorio. E’ sempre consigliabile contattare il proprio gestore telefonico per informazioni in merito alle tariffe di roaming.

CLIMA Generalmente caratterizzato da estati calde ed asciutte ed inverni temperati ed umidi. A nord clima atlantico, umido e piovoso. Al centro estati calde ed inverni corti e miti. In Algarve l’inverno è quasi assente e rare sono le giornate senza sole. Madeira offre un clima particolarmente mite e costante tutto l’anno. Le Azzorre, favorite dalla corrente del Golfo, godono di un clima temperato, con medie mai al di sotto dei 14 gradi.

ORARI DI APERTURA Banche e uffici postali sono aperti dalle 08.30 alle 15.00 dal lunedì al venerdì. I negozi sono generalmente aperti fino alle 19.00 e il sabato pomeriggio sono chiusi. I centri commerciali prolungano l’orario di apertura fino alle ore 24.00. Normalmente musei e monumenti possono essere visitati tra le 10.00 e le 12.30 e tra le 14.00 e le 17.00 tutti i giorni tranne il lunedì e le festività nazionali.

FESTIVITÀ
Le festività locali sono: 25 aprile (Festa della Libertà), 10 giugno (Festa Nazionale), 5 ottobre (festa della Repubblica), 1 dicembre (festa dell’Indipendenza), il Martedì grasso, il Venerdì Santo e il Corpus Domini. Non sono considerati festivi il Lunedì dell’Angelo e Santo Stefano. A queste festività vanno aggiunte le feste padronali (a Lisbona il 13 giugno a Porto il 24 giugno).

ASSISTENZA SANITARIA I cittadini italiani che si recano in Portogallo ricevono le cure mediche da parte dell’assistenza sanitaria pubblica locale qualora in possesso della Tessera Europea di Assicurazione Malattia (TEAM) che può essere richiesta alla propria ASL di riferimento.

VIABILITÀ È valida la patente italiana. La rete stradale è di buon livello. Le autostrade sono a pagamento e il pedaggio si paga in contanti o con carta di credito.

TRASPORTI Esiste una buona rete di trasporti urbani ed extraurbani. Lisbona ed Oporto dispongono di una rete metropolitana piuttosto ampia. I taxi sono generalmente economici e facilmente reperibili. I trasporti ferroviari sono adeguati nelle linee che collegano le principali città.